english spanish italian

Deep dub

Il dub nel suo senso piú elettronico, minimal, ripetitivo e cupo. La deep dub rilassa, incuriosisce, attira e ipnotizza. Le sonoritá minimal, ambient, bass e dub partono dalle viscere della Terra per arrivare dirette dirette alle tue interiora affinché tu possa sentire le vibrazioni direttamente nel tuo corpo. La musica Deep Dub è un genere noto per la sua innovazione quando si tratta di suono. È stato descritto come uno stile musicale eccitante e giocoso con toni bassi forti e un suono sintetizzato che si trasporta su intricate progressioni strumentali. Deep Dub mostra come il ritmo possa trascendere ciò che è tangibile, agitando l'anima e rivelando un diverso livello di risonanza tra i vari elementi all'interno di una singola traccia. Pochissimi generi sono in grado di evocare emozioni così rapidamente e profondamente; Arrivare al cuore della nostra immaginazione sonora in questo modo, ed è tutto grazie a una potente sottocultura: la musica dub profonda.

Deep Dub - Esplorando il Genere Musicale
Non molti lo sanno, ma il genere musicale del Deep Dub è stato definito solo negli ultimi anni. Il suo originale fondatore, Andrei Olenev, gia produccendo la Dub Techno negli anni '90, ha iniziato a sperimentare con sonorità più profonde e dense. Nasce così questo genere musicale, caratterizzato dalla presenza di un suono più lento e profondo della Dub Techno, con una forte valenza introspettiva. Deep Dub è diventato un vero e proprio movimento musicale, una scena sotterranea che vive ancora oggi grazie ai fan sparsi in tutto il mondo.
Il carattere distintivo del Deep Dub è la sua lenta e quasi ipnotica ripetizione di suoni, che crea un'atmosfera sognante e seducente. Il genere trae molta ispirazione dalla scena techno tedesca, ma la sua vera anima si trova nella Dub e nella musica elettronica sperimentale. La melodia e l'armonia sono spesso limitate e si concentrano sulla ripetizione di bassi profondi e incalzanti, creando una sensazione di persistenza e di continuità. E' un genere musicale particolare, che richiede una certa apertura mentale per essere apprezzato appieno.
Il repertorio del Deep Dub è piuttosto vasto, con decine di artisti che lo hanno portato avanti negli ultimi anni. Tra questi, un nome importante è quello di Kalya Scintilla, nato dalla scena musicale di Melbourne in Australia. Oltre a un sound sumptous e pieno di dettagli, si distingue per l'utilizzo di strumenti acustici e di elementi organici che si mescolano alla perfezione con elementi sperimentali elettronici.
Un'altra figura importante del Deep Dub è il produttore tedesco Rhythm & Sound, che ha portato il genere a un livello completamente nuovo. Il duo è noto per la loro attitudine minimalista alla musica, con una produzione che si basa sulla riduzione di strumenti e l'utilizzo di un sound profondo, che enfatizza le frequenze basse. La loro canzone King in My Empire rappresenta il massimo del loro genere ed è sicuramente una delle tracce più popolari di Deep Dub.
In generale, il Deep Dub è una tipologia musicale che si presta ad un'ascolto molto concentrato e immersivo. Le tracce lunghe e ripetitive sono spesso difficili da affrontare per coloro che sono abituati alla musica tradizionale, ma la sua magia si nasconde proprio in questa ripetizione ipnotica dei suoni. E' un genere musicale non per tutti, ma capace di trasportare chi sa apprezzarlo in un'atmosfera unica, fatta di emozioni e di sensazioni.
In sintesi, Deep Dub è un genere musicale che richiede una certa apertura mentale, ma capace di trasmettere forti emozioni e di creare una strana ma affascinante atmosfera. Tra i tanti artisti che hanno contribuito alla sua crescita, Kalya Scintilla e Rhythm & Sound sono sicuramente i nomi più importanti, capaci di spostare i confini del genere e portarlo a un altissimo livello. Deep Dub è una tipologia musicale che merita di essere conosciuta, ascoltata e apprezzata, per la sua capacità di mescolare elettronica e organico, per le sue sonorità seducenti e per la sua capacità di giungere proprio al cuore della musica.
2024-06-15

Bassi che arrivano lontano, il Deep Dub

Il deep dub è proprio un sottogenere per amanti dei sound che rilassano e incuriosiscono: si tratta di musica fondata generalmente sulla profondità del basso che accompagna tutta l’esecuzione di un brano, nota distintiva di questo genere. I battiti al minuto sono lenti e le canzoni dall’ampia linea melodica, ma tuttavia incalzanti, sono in grado di avvolgere l’ascoltatore che si sente subito a suo agio immerso nel caldo suono del basso. La sua popolarità è andata sempre crescendo dall’esplosione del web che ha permesso la conoscenza di gruppi e artisti che erano poco in vista, attirando altri ascoltatori e fan della musica elettronica in genere.

All’inizio ognuno restava fedele al suo genere musicale preferito ed erano rare le contaminazioni tra i generi anche dello stesso settore, con la gran massa degli ascoltatori che restava ancorata al proprio genere di riferimento non avendo interesse ad altro. Le sonorità minimal hanno attirato ascoltatori grazie alle pulsazioni continue delle frequenze basse che richiamano alla mente le vibrazioni delle viscere della terra e sono avvertite in tutto il corpo, offrendo una base naturale a un suono già di suo ripetitivo e cupo. Va detto che l’ultima evoluzione che si nota, specialmente nella deep house, è particolarmente bizzarra: infatti, da genere di nicchia, pare stia diventando mainstream, relegando al secondo posto il resto della musica elettronica, grazie anche al favore che questo sound ha riscosso tra i vari DJ.

Molto ha certamente contribuito la ricerca di sonorità più orecchiabili, meno tenebrose o ossessive, e il fatto che proprio per questo motivo questa musica è diventata musica d’apertura della serata nei locali e non più riservata a una nicchia come era in passato. Non è più il caso di musiche introvabili per palati raffinati, che erano chieste al dj di turno, quasi come se si trattasse di musica dedicata a una fetta di pubblico solamente che non voleva quasi essere condivisa con estranei. Adesso l’apertura, derivata anche da un certo favore ottenuto nelle radio, consente a un pubblico più vasto di ammirarne l’esclusività, grazie anche ai produttori che vogliono evitare di restare rinchiusi in una nicchia.
Tag: deep, dub, bassi, lenti, ripetizione

Lascia la tua opinione