english spanish italian

Sonny Rollins

LISTEN THE BEST SONNY ROLLINS SONGS IN STREAMING

Sonny Rollins è un celebre musicista jazz, ricordato come uno dei protagonisti della storia del genere. Con una carriera musicale ampia e di vasta portata a partire dagli anni Quaranta, il suo stile incorpora elementi di bebop, hard bop, cool jazz e jazz modale che insieme costituiscono una maestria incomparabile che vivrà a lungo oltre la sua vita sul palco. Sons like St Thomas è annoverata tra le sue canzoni più iconiche: melodie tangibili che trasportano gli ascoltatori in un regno al di là della musica e nel significato stesso. Da allora ha pubblicato numerosi dischi, immortalando la sua presenza come uno degli artisti più influenti del jazz. Incredibilmente, ancora oggi tiene concerti e tournée, portando il suo amore per la musica in forma tangibile sulla scena mondiale.

Il Genio del Jazz: la Vita e la Musica di Sonny Rollins
C'è un grande artista jazz che, a causa della sua umiltà, non è sempre riconosciuto per il suo genio. Stiamo parlando di Theodore Walter Sonny Rollins, uno dei più grandi sassofonisti jazz che abbia mai vissuto. La sua musica è stata definita avventurosa, esplosiva e completa, mentre il New York Times lo ritiene il sopravvissuto più indomito nella storia del jazz. In questo post, esploreremo la vita e la musica di Sonny Rollins, le sue influenze, i suoi successi e persino alcune delle sue critiche.
Sonny Rollins è nato il 7 settembre 1930 a New York City. È stato cresciuto in una famiglia con radici musicali: suo padre era stato un violinista, mentre sua madre suonava il pianoforte. Rollins iniziò a suonare il pianoforte all'età di sette anni, poi passò al sassofono all'età di 16 anni. Negli anni '40, Rollins frequentò la High School of Music and Art e il City College of New York, dove studiò jazz. Nel corso della sua carriera, ha collaborato con alcuni dei più grandi nomi del jazz, tra cui Charlie Parker, Miles Davis e Thelonious Monk.
Il genere musicale di Rollins è il jazz, ma ciò che lo rende speciale è la sua capacità di incorporare elementi di altri generi musicali nella sua musica. Ha incorporato elementi del funk, della musica classica e persino della musica pop, creato un genere tutto suo. Questo è evidente nel suo album del 1956 Saxophone Colossus, che è considerato uno dei suoi migliori album di tutti i tempi. L'album ha prodotto uno dei suoi brani più famosi, St. Thomas, una canzone calypso jazz che è diventata un classico del jazz a livello globale.
Tra le sua altre canzoni di successo ci sono Oleo, una canzone che è stata influenzata dal blues, You Don't Know What Love Is, una canzone malinconica e romantica, e Doxy, una canzone jazz che è diventata un'indicazione del talento di Rollins. Nel complesso, la sua creatività, il sound robusto e la sua abilità tecnica hanno dimostrato che Rollins è un grande innovatore nella sua arte.
Tuttavia, le critiche su Rollins sono arrivate nel corso della sua carriera. Alcuni critici sostengono che i suoi assoli sono troppo lunghi e che il suo stile di improvvisazione è troppo cacofonico. Altri sostengono che la sua personalità genera troppa tensione tra i membri della sua band. Nonostante ciò, il suo contributo alla musica jazz è riconosciuto universalmente, ed è stato inserito nella prestigiosa colletti Jazz di Madison Avenue.
In definitiva, Sonny Rollins è uno dei sassofonisti jazz più grandi e influenti della storia della musica. Ha creato un genere musicale tutto suo che ha influenzato il jazz e la musica popolare in un modo unico. La sua creatività, il suo sound robusto e la sua abilità tecnica hanno dimostrato che è un grande innovatore della sua arte. Anche se Rollins non è immune alle critiche, la sua fama e il suo status di leggenda del jazz parlano da soli. Se sei un appassionato di jazz o vuoi semplicemente conoscere un po' la musica di Rollins, ascolta Saxophone Colossus e ti innamorerai della sua musica proprio come abbiamo fatto noi.
Genres:
2023-06-06

La carriera musicale di Sonny Rollins: lo stile, i concerti e le sue migliori opere

La musica jazz è sempre stata un genere apprezzato da molti, soprattutto per la sua capacità di evolversi costantemente e di contaminarsi con altre forme artistiche. Uno dei grandi nomi del jazz degli anni '50 e '60 è senza dubbio Sonny Rollins, un artista virtuoso che ha influenzato molti grandi jazzisti della sua epoca. In questo articolo esploreremo la sua carriera musicale, il suo stile musicale, i suoi migliori concerti e le sue opere più famose.

Sonny Rollins nacque a New York nel 1930, iniziando a suonare il sassofono all'età di 7 anni. Negli anni Cinquanta fece parte della band di pianoforte e di chitarra di Thelonious Monk pringando alla luce il suo stile unico, caratterizzato da una grande capacità improvvisativa e dal suo virtuosismo con les sax tenore. La sua reputazione crebbe rapidamente, tanto da collaborare con molti altri grandi musicisti dell'epoca, tra cui Miles Davis, Clifford Brown, e Kenny Durham.

Lo stile musicale di Rollins è spesso descritto come hard bop, una forma di jazz che si sviluppò nei primi anni Cinquanta: caratterizzato da un sound più duro rispetto al bebop, combinava elementi di blues e gospel. Il sound dell'hard bop è spesso associa a musicisti come Horace Silver e Art Blakey, con cui Rollins collaborò spesso. Il suo stile è anche caratterizzato da una grande attenzione alla struttura musicale e all'armonia, una caratteristica che lo ha portato a diventare uno dei compositori jazz più apprezzati della sua epoca.

Rollins è stato un artista molto produttivo, pubblicando oltre 60 album in una carriera lunga sei decenni. Tra le sue opere più note ci sono Saxophone Colossus del 1956, Way out West del 1957, e The Bridge del 1962. Uno dei suoi concerti più famosi è stato quello al Village Vanguard di New York nel 1957, considerato uno dei migliori concerti jazz della storia, ma anche altre esibizioni famose sono state quelle al Tokyo's Kosei Nenkin Hall nel 1973 e al Montreux Jazz Festival del 1976.

Rollins ha influenzato molti grandi musicisti della sua epoca, tra cui John Coltrane e Joe Henderson, ma il suo impatto si è esteso anche fuori dal mondo del jazz. Il suo stile unico e la sua capacità di creare melodie orecchiabili e al tempo stesso complesse lo hanno reso una figura di spicco nella musica contemporanea, e la sua grande versatilità gli ha permesso di collaborare con artisti di molti generi diversi.

In sintesi, la carriera di Sonny Rollins è stata una delle più importanti del jazz e una fonte di ispirazione per molti grandi musicisti. Il suo stile musicale, il cui impatto si è fatto sentire anche fuori dal mondo del jazz, è stato caratterizzato da una grande capacità improvvisativa, da un'attenzione alla struttura e all'armonia, e da una grande versatilità. Le sue opere e i suoi concerti restano un importante patrimonio culturale per tutti gli appassionati di jazz e della musica in generale.
Tag: Sonny Rollins, migliori canzoni, concerti, critica, biografia musicale
CANZONI SONNY ROLLINS - LA CLASSIFICA DEI TOP BRANI DELL'ARTISTA
1 - St. Thomas
2 - God Bless the Child
3 - Strode Rode
4 - Blue 7
5 - The Night Has a Thousand Eyes
6 - Tune Up
7 - Moritat
8 - You Do Something to Me
9 - Without a Song
10 - Where Are You
11 - In a Sentimental Mood
12 - John S.
13 - All the Things You Are
14 - Valse Hot
15 - Paul's Pal
16 - You Don't Know What Love Is
17 - The Bridge
18 - Tenor Madness
19 - I'm An Old Cowhand
20 - Alfie's Theme
21 - He's Younger Than You Are
22 - God Bless The Child - Remastered
23 - Solitude
24 - Manhattan
25 - Blue Seven
26 - If Ever I Would Leave You
27 - Way Out West
28 - Sonnymoon For Two
29 - On A Slow Boat To China
30 - My Reverie
31 - Decision
32 - Namely You
33 - Pent-up House
34 - 'round Midnight
35 - Paul's Pal
36 - Come, Gone
37 - Mambo Bounce
38 - There Is No Greater Love
39 - Where Are You - Remastered
40 - Four
41 - Almost Like Being In Love
42 - Moritat (mack The Knife)
43 - Wagon Wheels
44 - With A Song In My Heart
45 - I Know
46 - When Your Lover Has Gone
47 - Without A Song - Remastered
48 - Afternoon In Paris
49 - This Love Of Mine