english spanish italian

Balkan folk

Questa musica viaggia comoda su roulotte all'impazzata per mezza Europa, infiamma gli animi con violini e fisarmoniche trascinanti. Tutta da ballare la balkan folk, a notte fonda, fra fiaschi di vino e gente con faccie scure, sorridenti e balcaniche.

STAI ASCOLTANDO

2021-07-21

Il vortice variopinto del Balkan Folk

La musica folk ha molte sfaccettature, tante quante sono le comunità , in pratica. La musica dei Balcani abbraccia così moltissimi tipi di musica autoctona tra i quali ci sono quelli che si mescolano anche con la voglia di sperimentare della musica moderna. E’ musica figlia di culture diversissime tra di loro che ha radici sia occidentali sia orientali. È musica che viaggia sulle roulotte e si basa su violini, fisarmoniche e tamburelli che vanno a ritmi trascinanti, quella che identifichiamo immediatamente con i gitani e li vediamo di notte ballare alla luce della luna, col ritmo frenetico che li aiuta molte volte a superare il freddo grazie anche a numerosi fiaschi di vino. ’Sono dotati di un senso musicale di grande profondità, sconosciuto a qualsiasi altro popolo’, così ha scritto Franz Liszt a proposito degli zingari in un suo saggio del 1859; certamente si tratta di un popolo strano, dove non esiste il concetto di eredità , ogni zingaro deve costruirsi il suo patrimonio da solo, senza patria e, se vogliamo, l’unico popolo al mondo che non abbia mai combattuto una guerra.

Eppure hanno costruito una musica che si basa su due elementi di fondo: l’apprendimento di arie e melodie catturate nei posti dove passano o soggiornano e l’estro individuale che si basa soprattutto sull’improvvisazione. Tradizionalmente esiste una profonda differenza tra il canto e l’esecuzione strumentale: il primo è strettamente riservato all’ambito ristretto della comunità ed è sentimentale, mentre l’esecuzione di motivi strumentali avviene per professione e cioè a pagamento.

È musica che infiamma gli animi, suonata con facce scure, sorridenti e balcaniche; al giorno d’oggi però dobbiamo dire che ci sono molte formazioni giovani che cercano di combinare entrambi gli elementi, con echi arabi, turchi e mediorientali in un turbinio di ritmi che la rendono comunque sempre molto riconoscibile; ancora oggi questa musica folk rappresenta la sintesi delle esperienze personali avute nei luoghi dove sono cresciuti, miscelate con arie tradizionali in forme comunque dotate di ottima cifra stilistica. Non a caso i musicisti gitani e tzigani sono tra i più virtuosi e bravi nell’intero panorama della musica popolare, dove brilla per la sua originalità.
Tag: balkan, folk, festival, tradizione, viaggio, improvvisazione, zingaro

Lascia la tua opinione