english spanish italian

Meat Beat Manifesto

LISTEN THE BEST MEAT BEAT MANIFESTO SONGS IN STREAMING

L'evoluzione musicale dei Meat Beat Manifesto: la storia, le loro migliori canzoni e album. I Meat Beat Manifesto sono un gruppo musicale britannico nato nel 1987 e formato da Jack Dangers e Jonny Stephens. Questo gruppo ha segnato la storia della musica elettronica con la loro innovativa combinazione di generi come l'ambient, l'industrial e il trip hop. In questo post, esploreremo la loro storia, le loro migliori canzoni e album, descrivendo l'evoluzione musicale del gruppo.
La storia dei Meat Beat Manifesto inizia nel 1987 quando Jack Dangers e Jonny Stephens si incontrano a Swindon, in Inghilterra. Nel 1989 pubblicano il loro primo album Storm the Studio, dove è evidente l'influenza della musica industriale, incorporando suoni sperimentali e campionamenti. In questo album spicca la traccia Psyche-Out, un jingle pubblicitario preso in prestito della catena di ristoranti americana Jack in the Box che è stato campionato per ottenere un effetto psichedelico. L'album arriva alla posizione 16 nella classifica britannica.
Il gruppo ha continuato a esplorare nuovi suoni e combinazioni di generi nelle loro successive opere. L'album Subliminal Sandwich del 1996 espande la loro sperimentazione musicale e introduce il trip hop alla loro musica. La traccia Asbestos Lead Asbestos è una perfetta rappresentazione della loro creatività, con la sua combinazione di suoni elettronici e campionamenti di discorsi.
Nel 1998, i Meat Beat Manifesto pubblicano Actual Sounds + Voices, dove introducono una maggiore presenza di voci umane. Le tracce Prime Audio Soup e Mindstream sono i primi successi del gruppo negli Stati Uniti. Il loro album del 2002, RUOK?, ottiene un buon successo commerciale e la traccia Helter Skelter arriva alla posizione 35 nella classifica Billboard Dance. Questo album fonde i suoni industriali e i beat del trip hop in una miscela stimolante e coinvolgente.
La band ha continuato a produrre musica innovativa negli anni successivi con album come Autoimmune del 2008 e Impossible Star del 2018. In questi album è presente una maggiore presenza di suoni acustici, oltre alla solita produzione elettronica. Anche se per alcune tracce i Meat Beat Manifesto ricorrono ancora all'uso di campionamenti, la loro musica appare più matura e organica.
I Meat Beat Manifesto sono una pietra miliare della storia della musica elettronica, riuscendo a fondere generi come l'ambient, l'industrial e il trip hop in una miscela unica ed innovativa. Nel corso degli anni hanno prodotto album stimolanti, dove ogni traccia racconta un percorso di ricerca musicale creativa. Se sei un amante della musica elettronica, non puoi perderti la musica di questo gruppo.
2023-06-06

Esplorare la carriera e lo stile musicale di Meat Beat Manifesto

Benvenuti nella scoperta della musica dei Meat Beat Manifesto, uno dei gruppi musicali più influenti nel mondo della musica elettronica. Con una carriera di oltre 30 anni, questa band britannica ha saputo evolversi e cambiare nel tempo, influenzando molti artisti nella loro carriera. In questo articolo, esploreremo la carriera e lo stile musicale di Meat Beat Manifesto, comprendendo le loro migliori canzoni e concerti indimenticabili.

I Meat Beat Manifesto sono stati fondati nel 1987 da Jack Dangers e Jonny Stephens. La loro musica è stata accreditata per il consolidamento della musica industriale e dell'elettronica nel Regno Unito a quell'epoca. Dopo la pubblicazione del loro primo EP Test EP nel 1988, i Meat Beat Manifesto hanno guadagnato un grande seguito di fan grazie alla loro fusione di suoni industriali, dub e breakbeat. Nel corso della loro carriera, il gruppo ha continuato a sperimentare con suoni e stili differenti, dal trip hop allo house.

Uno dei migliori album dei Meat Beat Manifesto è Satyricon, pubblicato nel 1992, che ha introdotto un nuovo tipo di elettronica con un sound pionieristico. La title-track dell'album racchiude tutta l'essenza creativa dei MBM: un ritmo incisivo unito ad una profonda conoscenza della cultura underground. L'album contiene anche il singolo Circles, che ha ottenuto un notevole successo commerciale sia in Europa che negli Stati Uniti.

Il sound dei Meat Beat Manifesto è stato anche molto influenzato da suoni jazz e hip hop. Si può sentire questa fusione di suoni nel loro album del 1996 Subliminal Sandwich, che è stato votato come Miglior album dance nel sondaggio annuale della rivista britannica Touch. Questo album aiuta a rappresentare il genere fusion tra suoni ritmici e suoni jazz e hip hop.

Dal vivo, i Meat Beat Manifesto hanno sempre dato il meglio di se stessi. Uno dei loro concerti più famosi è stato quello dell'edizione del 1995 del festival Lollapalooza. È stato descritto come un'esperienza inebriante, in gran parte grazie alla performance del gruppo. Inoltre, una delle loro migliori performance è stata presentata alla Smithsonian Institution di Washington D.C. nel 2000.

In conclusione, i Meat Beat Manifesto sono stati un gruppo musicale molto influente e creativo. La loro mescolanza di stili e suoni ha dato vita ad un'esperienza musicale unica. Nonostante non siano più tanto conosciuti oggi, si meritano di esser riscoperti per il loro inestimabile contributo alla musica elettronica. Se avete l'opportunità di assistere ad uno dei loro concerti, ne rimarrete sicuramente incantati. Se non avete ancora ascoltato la loro musica, vi consiglierei di iniziare con i loro classici Satyricon e Subliminal Sandwich.
Tag: Meat Beat Manifesto, migliori canzoni, concerti, critica, biografia musicale
CANZONI MEAT BEAT MANIFESTO - LA CLASSIFICA DEI TOP BRANI DELL'ARTISTA
1 - Strap Down Part Ii
2 - Radio Babylon
3 - Edge of No Control
4 - Psyche-Out
5 - Prime Audio Soup
6 - She's Unreal
7 - Asbestos Lead Asbestos
8 - Acid Again
9 - Mindstream
10 - Mindstream (The Aphex Twin remix)
11 - Martenot Waves
12 - Everything Counts
13 - Pot Sounds
14 - Less
15 - Addiction
16 - Hellfire
17 - Sound Innovation
18 - Cancer
19 - 1979
20 - She's Unreal
21 - Lonely Soldier
22 - Nuclear Bomb
23 - Suicide
24 - What's Your Name?
25 - Future Worlds
26 - Long Periods Of Time
27 - Drop
28 - Radio Mellotron
29 - I Hold The Mic!
30 - Phone Calls From The Dead
31 - Mass Producing Hate
32 - Return To Bass
33 - No Purpose No Design
34 - Lucid Dream
35 - Circles
36 - Placebo
37 - International
38 - Your Mind Belongs To The State
39 - We Done
40 - Transmission
41 - Children Of Earth
42 - God O.d., Pt.1
43 - Plexus
44 - Euthanasia
45 - Everything's Under Control
46 - Book Of Shadows
47 - Solid Waste
48 - One
DISCOGRAFIA - MEAT BEAT MANIFESTO
2018: In C
2008: Autoimmune
2004: ...In Dub
2002: RUOK?
1992: Satyricon
1990: 0,99
1990: 99%