english spanish italian

Anni 80

Le canzoni degli anni 80, storie di grandi pop star che si fanno strada da New York a Londra. La grande musica che girava in tutte le radio in quei gloriosi anni, che facevano parte delle classifiche di musica di quella generazione. Frustrazione e arroganza. La migliore sonorità e le più belle tracce che hanno caratterizzato quel periodo di grande esaltazione e di eccessiva ostentazione. Negli anni 80 la musica sbarca in televisione, la grande industria musicale inizia a farsi strada a livello internazionale, i cantanti diventano star e le band diventano telenovele tipo Dallas. È l'epoca dei primi grandi film di fantascienza e dei suoni elettronici, tutto combinato per dare un risveglio futurista alla società che inizia a vivere anni di vero benessere e buone vibrazioni, e ha la mente proiettata al futuro. In questa playlist troverai tutte le canzoni, i successi e le hit, che sono state nelle top ten delle classifiche di musica che vanno dal 1980 al 1989, la vera musica degli anni 80 fatta di synth e tastiere.
Potrebbero essere di tuo interesse:

STAI ASCOLTANDO

Lascia la tua opinione

2021-05-04

Dedica alla post-sbornia e alla musica anni 80.

Ti svegli una domenica mattina e vorresti morire. La sera prima sei stato il leone brioso del club, versandoti addosso del rum añejo e ballando con la camicia aperta sul petto senza pensare che il giorno dopo sarebbe stata una lunga, lunghissima giornata.
Che fare? a parte optare per la “medicina della nonna” più indicata in caso di resaca grave, ovvero scolarti tutto d’un fiato 2 litri di coca cola, c’è qualcos’altro che potrebbe abbassare la forte componente frustrante delle ore successive.
Ricominciamo daccapo: ti svegli una domenica mattina con un post-sbronza terrificante ma non importa. Quello che vuoi è dimenticare gli otto gin tonic, la puzza di rum e le mille sigarette.
Meglio non bombardarsi con suoni turbolenti che potrebbero peggiorarti il residuo di fastidioso tinnitus, quello che ci vuole è un po' di sano reggae partendo da Natty Dread di Bob Marley, evitando però No woman No Cry che potrebbe farti entrare in depressione pensando alla tua ex che ballava con quel colombiano.
Doccia fredda per scacciare i fantasmi. Prossimo passo: Pulire la stanza, oggi o mai più! Rimbocchiamoci le maniche con un po’ di Rock’n roll radio dei Ramones. Questa volta non hai abbastanza forze per imitare Joey afferrando la scopa al posto del microfono, ti concedi solo una chiacchierata con te stesso su come diavolo facessero ad avere quella capigliatura impeccabile.
Ti sei svegliato alle 12 e per logica dei tempi, dovresti resistere e pranzare almeno alle 14:30. Versi una lacrimuccia contemplando la vacuità del frigo. Uova, pancetta… la carbonara è sempre una meravigliosa salvezza! Mentre prepari con assoluta incuranza il soffritto, metti su un disco impolverato che qualcuno ti regalò secoli fa, quello dei Def Leppard. Hysteria non è poi così male. Fai piazza pulita della pseudo carbonara nel giro di 7 minuti pensando già che hai bisogno di una pennichella senza esagerazioni. Un po’ di Divenire di Ludovico Einaudi per rilassarti, alla faccia di chi ti accusa di amare solo il rock! 30 minuti e squilla quel maledetto telefono, la voglia di lanciarlo dalla finestra è quasi incontrollabile. Cominci a pensare a tante cose, agli amici, agli amori perduti, agli amori ritrovati, a quanto cazzo è profondo il mare mentre La Tv trasmette un documentario sulla fauna oceanica. È incredibile quanto l’alcol possa farti credere di essere il re della festa per poi lasciarti, il giorno dopo, ridotto ad un’autentica ameba. Già le 10 di sera e la storia si ripete. Rovisti tra quelle dispense cadute nell’oblìo et voilà! Tonno in scatola e due pomodori che definire maturi sarebbe un eufemismo. Ti ricordi che nei film americani suona sempre del jazz al momento di preparare la cena, non si sa bene il perché ma fa figo! Dafne di Django Rembrandt ti riporta ad un’atmosfera di tenerezza mentre apri quella latta che scadrà tra un giorno esatto. Divori il triste intruglio senza pensare che domani dovrai fare la spesa e ritornare alla routine di sempre. Quando finisce questa giornata?? La televisione è così patetica…vuoi solo affondare la testa sul cuscino e addormentarti in compagnia di un Sunday Morning dei Velvet Underground e Everyday di Buddy Holly. Domani è un altro giorno e si vedrà…. disse qualcuno.
Tag: alcool, anni 80, post-sbornia, ubriacarsi, tuttofatto, domenicasuldivano, vivereallimite
Puoi essere anche tu un Guest Writer di Staimusic. Semplicemente scrivi la tua visione su questo post o su un aspetto particolare della musica a info@staimusic.com
2020-06-25

Canzoni e musica degli anni 80? Chi se non Madonna?

Per la gioia di tantissimi appassionati oggi vi parlerò della mitica Louise Veronica Ciccone, una della più grande artiste degli anni 80! Come non la conoscete? E se vi dico Madonna? Eh si è proprio lei, la poliedrica artista di Detroit, ha origini italianissime. E' nata nell'agosto del 1958 quindi ha attualmente 60 anni, portati assolutamente benissimo.
Credo che su Madonna si sia detto di tutto e di più, per cui scrivere un articolo originale è un'impresa ardua, ma ce la possiamo fare.
Wikipedia ci offre una panoramica eloquente delle qualità artistiche di Madonna, definendola come cantautrice, ballerina, attrice, regista, sceneggiatrice, stilista, produttrice discografica e cinematografica. Ora io direi che una donna che ha fatto e fa tutte queste cose, si meriti automaticamente un posto nell'olimpo degli dei del mito, senza contare che durante la sua iper impegnatissima carriera, Madonna ha sempre trovato il tempo di sfornare nuovi album, ad una cadenza peraltro regolarissima.
E' del 1983 il suo omonimo album di debutto, seguito da Like a Virgin nel 1984, da True Blue nel 1986 e da Like a Prayer nel 1989. Album che han fatto la storia della musica degli anni 80. Dal 1992 in poi avviene una sorta di trasformazione artistica per Madonna, che pubblica il controverso Erotica, seguito da Bedtime Stories, album del 1994 che annovera pezzi dai medesimi contenuti del precedente, come si può anche facilmente evincere dai titoli che poco lasciano all’immaginazione.
E' poi del 1998 l'ottimo Ray of Light, seguito nel 2000 da Music, nel 2003 da American Life, nel 2005 da Confessions on a Dance Floor e da Hard Candy nel 2008.
Gli ultimi due album (per ora) sono invece a mio avviso i più maturi: MDNA, rilasciato nel 2012 e Rebel Heart inciso e commercializzato nel 2015.
Madonna è sempre stata un'artista controversa, sempre al centro delle polemiche, i critici musicali hanno versato fiumi di inchiostro, chi per screditare, chi per elogiare i suoi lavori. E non crediate che lei sia famosa a causa del detto: Nel bene o nel male, purché se ne parli. No no, Madonna è una vera artista con la A maiuscola, le scelte stilistiche sono sempre soggettive, ciò che conta è il pubblico, ed il pubblico ha sempre ragione.
Un esempio eclatante è stato Like a prayer, album rilasciato dopo la rottura della relazione con l'attore Sean Penn, cosa che deve aver certamente contribuito, in una certa misura, alla qualità musicale e dei testi.
La critica si è accanita principalmente sul contenuto del video omonimo, associazioni religiose e laiche la citarono per vilipendio alla religione, ma nonostante i detrattori ce l'abbiano messa tutta, definendo l'album "inferiore" ai precedenti, in realtà Like a prayer ha venduto 15 milioni di copie, arrivando al primo posto delle classifiche di ogni nazione del mondo.
Personalmente trovo Like a prayer un album maturo, un emblema degli anni 80, che però denota un forte slancio verso i 90, abbandonando parzialmente l'elettronica per abbracciare sonorità più strumentali, questo al fine ottenere delle musiche composte da ben 28 musicisti, compresa lei. La ricerca di una migliore qualità compositiva ha reso l’album estremamente fruibile, ed ancora attuale.
Tag: musica anni 80, canzoni anni 80, madonna, like a virgin
Puoi essere anche tu un Guest Writer di Staimusic. Semplicemente scrivi la tua visione su questo post o su un aspetto particolare della musica a info@staimusic.com
2020-05-17

Il ritorno lugubre della musica anni 80

Gli anni 80: la paranoia, il bivio, il dubbio. L’elettronica a 64 bit, l’inquietudine di un tempo nero, con colori spenti male abbinati, con casoni di cemento e le musicassette, le canzoni tristi o falsamente felici. Un periodo in cui tutti vorrebbero tornare, perché?
Perché da una idea di liberta tragica, di libero arbitrio, di poter prendere cammini diversi in un labirinto chiuso senza uscite, in cui si muore e si torna a vivere. Solo una è la fine giusta e corretta delle molteplici realtà parallele che nascono da Rambo a Terminator, l’unica via è quella dell’entrata stolta negli anni 90. Come una telefonata da un telefono fisso sperando che l’altra persona sia in casa, senza stress e senza pregiudizi, senza Whazzap. Musica anni 80, fatta di vinili e musicassette. I primi mash up. La lettura e la parola erano gli strumenti per comunicare, senza abbreviazioni, rendevano le relazioni complete e vivaci, senza tagli. Il raggiunto benessere dei nostri genitori ci ha tradito, non rivivremo più il legno a basso prezzo e i viaggi interminabili in treno verso una destinazione provinciale dai pochi abitanti e dalle esperienze autentiche. E soprattutto è cambiata la funzione del televisore, che veniva messa in comune e si vedeva insieme o si spegneva per accedere alla vita reale.
Tag: musica anni 80, canzoni anni 80, elettronica, musicassette
Puoi essere anche tu un Guest Writer di Staimusic. Semplicemente scrivi la tua visione su questo post o su un aspetto particolare della musica a info@staimusic.com
2020-04-17

Gli sfondi ingialliti delle canzoni degli anni 80

Cosa resterà di questi anni 80? Chi la scatterà la fotografia? Così cantava nel 1989 il nostro Raf al festival di Sanremo. Oggi proveremo a scattare noi una fotografia di quello che è stato un periodo importantissimo della produzione musicale mondiale.
Per alcune persone gli anni 80 sono stati la morte della musica, per altri invece sono stati un'innovazione incredibile, zeppa di canzoni che hanno segnato la storia della musica. Personalmente credo che per capire il fenomeno bisogna partire da un ragionamento: esistono infatti vari tipi di musica anni 80. Possiamo infatti trovare dei gruppi musicali che sono nati negli anni 70 e che hanno proseguito poi la loro carriera negli anni 80, come i Queen, gli AC/DC, i Genesis (per non parlare di quelli che suonano tutt'ora sui palchi) e poi possiamo parlare invece di band che sono nate negli anni 80 e/o come band anni 80.
Se per quanto riguarda il primo gruppo di musicisti gli anni 80 hanno semplicemente significato un cambiamento, o forse per meglio dire un adeguamento, del loro stile musicale già anni 70, verso sonorità più anni 80 (come l’utilizzo di strumentazione più evoluta e moderna), le band che invece sono nate negli anni 80 (o con canzoni anni 80) sono molto spesso caratterizzate da un sound totalmente differente.
Ma cosa è una band anni 80? Cosa caratterizza la musica anni 80 rispetto agli anni precedenti? Certamente un sound quasi totalmente elettronico, spesso suonato con sintetizzatori e drum machine, inoltre probabilmente gli anni 80 sono stati un'epoca in cui ha prevalso tantissimo l'aspetto commerciale, inteso come mera pubblicità per spingere maggiormente i gruppi, con campagne di marketing aggressive.
E’ stata l'epoca di nascita delle boyband (New kids on the block), del sex-simbol (A-Ha, Madonna, Duran Duran), della pettinatura accattivante (Cindy Lauper), spesso una band che voleva portare delle nuove idee doveva scontrarsi con l'enorme carniere di musicisti che in quel periodo girava attorno alle case discografiche, per cui in fase contrattuale ci si chiedeva: cosa hai tu da dare in più degli altri? Ed allora ci si inventava un look stravagante (Kiss), dei colori sgargianti (Annie Lennox), divise specifiche (Village People), per farsi ricordare dal pubblico.
Gli anni 70 erano certamente un’epoca in cui vigeva in maniera maggiore la meritocrazia, c'erano meno band e quindi più possibilità di imbracciare una chitarra e diventare famosi.
Gli anni 80 invece hanno puntato tutto sul ritmo, sul coinvolgere il pubblico, farlo ballare, fargli ricordare un ritornello accattivante. Come dimenticare le musiche dei Depeche Mode, Frankie goes to Hollywood, Spandau Ballet, Dead or Alive, ma la lista è infinita.
Questo ovviamente non vuole assolutamente togliere qualità la musica, anzi le band che ancora ricordiamo ai giorni nostri sono band che sono state caratterizzate da un’altissima qualità produttiva. Sono state band che hanno creato degli album che sono rimasti nella storia della musica, canzoni dense di significato che ricorderemo per sempre, che persone di ogni età canticchieranno anche solamente avendola sentita distrattamente in radio (Ga Ga).
Tag: musica anni 80, depeche mode, madonna, ballare, notorietá
Puoi essere anche tu un Guest Writer di Staimusic. Semplicemente scrivi la tua visione su questo post o su un aspetto particolare della musica a info@staimusic.com
2020-04-06

Lighthouse Family - High. Le illusioni della fenice: canzoni che ispirano parole

Quando eravamo piccoli costruivano le casette sugli alberi. Nel campo dietro casa, dietro alla roccia degli sputi, dove una banda di ragazzini ha sancito il giuramento di amicizia eterna. Ogni struttura rubata, ogni asse di legno e ogni chiodo arrugginito era indispensabile, ma ho sempre preferito il contorno, le nostre foto coi pantaloncini, le vecchie musicassette 80's di Micheal Jackson e Madonna e tutti gli strani oggetti della cantina che ne completavano l'arredamento. Erano gli ultimi anni in cui si poteva ancora giocare a pallone in strada, almeno quando non te lo bucavano. Ci mettevamo tutta l'estate, ma quando arrivava settembre e faceva ancora bello, eravamo liberi. Uscivamo dalla scaletta esterna della casetta, ci arrampicavamo sul tetto e poi ancora su, sul ramo in alto. E rimanevamo in equilibrio. Potevamo fare tutto, il mondo era nostro. Eravamo già gli architetti della nostra esistenza.
Anni 1995-1997. La storia narra di 4 ragazzetti sempre fuori a fare le missioni nel campo, con le bmx, a botte, anche con le intemperie, a battaglie di neve, giu per la discesa coi cartoni sotto il culo, a scappare e nasconderci, col fiatone, come quella volta che giocando a baseball abbiamo spaccato i lastroni del palazzo e ci hanno messo in castigo.
Hey D. quando ci incontriamo in ascensore a mala pena ci diciamo un semplice ciao come se questi 20 anni avessero lavato via anche i momenti migliori.
Hey V. sono sicura che sei diventata un avvocato famoso, l'ultima cosa che ci hai detto è che pensi a noi con molta tenerezza. Sono certa che quando lo fai ti scappa anche un bel sorriso.
Hey N. da quando sei partito, bere una cioccolata calda non è più la cosa più bella del mondo ma non regge alla gioia di sapere che hai realizzato tutti i tuoi sogni.
Ciò che ci unisce ancora è che un'infanzia bella come la nostra non l'ha avuta più nessuno.
Metto le cuffie del mio walkman e resto lì, immobile, in eterno equilibrio, su quel ramo infrangibile di quell'albero che ormai non esiste più, vi aspetto e vi trattengo nei ricordi più belli. PLAY

Link alla canzone.
Tag: anni 80, nostalgia, casette sull'albero cassette in tasca, infanzia
Puoi essere anche tu un Guest Writer di Staimusic. Semplicemente scrivi la tua visione su questo post o su un aspetto particolare della musica a info@staimusic.com
2020-01-14

Le 100 migliori canzoni degli anni 80. La classifica.

Abbiamo provato a stilare una personalissima classifica delle migliori canzoni degli anni '80. Una missione ovviamente complicata e sicuramente produttrice di critiche assurde, ma, ne prendiamo atto, meritate. La classifica della musica degli anni 80 andrebbe in più fatta da gente che quell'epoca là vissuta, mentre noi siamo un pò più giovani, per cui chiunque volesse darci consigli, per favore scriveteci o commentate. Vi ringraziamo in anticipo.

LE 100 MIGLIORI CANZONI DEGLI ANNI 80
1. David Bowie - Let's Dance
2. The Rolling Stones - Start Me Up
3. Madonna - Like a Virgin
4. Madonna - Papa Don't Preach
5. Madonna - Who's That Girl?
6. Michael Jackson - Thriller
7. Elton John - Nikita
8. Kylie Minogue - I Should Be So Lucky
9. Phil Collins - Another Day in Paradise
10. Prince - Purple Rain
11. Blondie - Call Me
12. Prince - Batdance
13. Billy Joel - Uptown Girl
14. A-Ha - Take On Me
15. Abba - Super Trouper
16. Tears For Fears - Everybody Wants to Rule the World
17. Cyndi Lauper - Girls Just Want To Have Fun
18. George Michael - I Want Your Sex
19. Enya - Orinoco Flow
20. Eurythmics - Sweet Dreams (are Made Of This)
21. Rod Stewart - Baby Jane
22. Toto - Rosanna
23. The Police - Every Breath You Take
24. Roxette - The Look
25. Wham! - Wake Me Up Before You Go-go
26. Bruce Springsteen - Born in the USA
27. Chicago - Hard to Say I'm Sorry
28. Lionel Richie - All Night Long (All Night)
29. Steve Miller Band - Abracadabra
30. Tina Turner - We Don't Need Another Hero (Thunderdome)
31. Bonnie Tyler - Total Eclipse of the Heart
32. Frankie Goes to Hollywood - Relax
33. Soft Cell - Tainted Love
34. Diana Ross - Upside Down
35. Simply Red - If You Don't Know Me By Now
36. Crowded House - Don't Dream It's Over
37. Dolly Parton - 9 to 5
38. The Bangles - Eternal Flame
39. John Cougar Mellencamp - Jack & Diane
40. Culture Club - Do You Really Want to Hurt Me?
41. Kenny Loggins - Footloose
42. George Harrison - Got My Mind Set On You
43. Nena - 99 Red Balloons
44. Robert Palmer - Addicted to Love
45. Peter Gabriel - Sledgehammer
46. Rick Astley - Never Gonna Give You Up
47. Belinda Carlisle - Heaven is a Place On Earth
48. Bobby McFerrin - Don't Worry Be Happy
49. Bananarama - Venus
50. Barbra Streisand - A Woman in Love
51. Chris de Burgh - The Lady in Red
52. Tracy Chapman - Fast Car
53. Chaka Khan - I Feel For You
54. Kenny Rogers - Lady
55. Richard Marx - Right Here Waiting
56. Steve Winwood - Higher Love
57. Falco - Rock Me Amadeus
58. Billy Ocean - Get Outta My Dreams Get Into My Car
59. Band Aid - Do They Know It's Christmas?
60. Paula Abdul - Straight Up
61. Laura Branigan - Gloria
62. Fine Young Cannibals - She Drives Me Crazy
63. J Geils Band - Centrefold
64. Olivia Newton-John - (Let's Get) Physical
65. Rick Springfield - Jessie's Girl
66. The Pretenders - Brass In Pocket (I'm Special)
67. Pet Shop Boys - West End Girls
68. Bette Midler - Wind Beneath My Wings
69. Kim Carnes - Bette Davis Eyes
70. Men Without Hats - The Safety Dance
71. Terence Trent D'Arby - Wishing Well
72. Berlin - Take My Breath Away
73. Christopher Cross - Arthur's Theme (Best That You Can Do)
74. REO Speedwagon - Keep On Loving You
75. Technotronic - Pump Up the Jam
76. B-52s - Love Shack
77. Soul II Soul - Back To Life
78. Pink Floyd - Another Brick in the Wall
79. Ray Parker Jr - Ghostbusters
80. Dire Straits - Money For Nothing
81. U2 - I Still Haven't Found What I'm Looking
82. U2 - With Or Without You
83. Jefferson Starship - Nothing's Gonna Stop Us Now
84. Kaoma - Lambada
85. Milli Vanilli - Girl, I'm Gonna Miss You
86. Bon Jovi - Livin' On a Prayer
87. USA For Africa - We Are the World
88. Duran Duran - The Wild Boys
89. Guns n' Roses - Sweet Child O' Mine
90. Los Lobos - La Bamba
91. Stevie Wonder - I Just Called to Say I Love You
92. Marvin Gaye - (Sexual) Healing
93. Queen - Another One Bites the Dust
94. Inxs - Need You Tonight
95. UB40 - Red Red Wine
96. Europe - The Final Countdown
97. Whitney Houston - Greatest Love of All
98. Van Halen - Jump
99. Simple Minds - Don't You (Forget About Me)
100. Men At Work - Down Under
Tag: musica anni 80, canzoni anni 80, classifica musicale, madonna, micheal jackson
Puoi essere anche tu un Guest Writer di Staimusic. Semplicemente scrivi la tua visione su questo post o su un aspetto particolare della musica a info@staimusic.com
2019-12-31

Ho visto una Madonna ballare Dance Pop, la musica degli anni 90

La Dance Pop è in pratica un sottogenere della musica dance che è stato influenzato dal pop e che nasce agli inizi degli anni ’80, quando il vinile regnava ancora, evolvendosi dalla famosa disco music, quando in pratica questo termine cominciò a non essere più di moda, usando spesso il vocoder che modificava le voci registrate ed effetti elettronici che aggiungevano peculiarità e piccoli ritornelli alle canzoni. Da ricordare tra i pionieri del genere Michael Jackson, Madonna e Cher. Come musica ha preso in prestito da altri generi vari ritmi, dal rhythm and blues alla techno, alla house, al synthpop, ed è diventata quella che è oggi definita musica ’mainstream’. Le canzoni dance pop erano piene di un ritmo più accentuato che era combinato con la struttura semplice del pop per formare ritornelli accattivanti; fatto da sottolineare è che per la prima volta sono stati i produttori a creare, comporre e pubblicare questa musica in genere assumendo dei cantanti per eseguirla sul palco.

È dagli anni ’90 che questo genere musicale è diventato davvero popolare e l’esplosione di talenti come Kylie Minogue, Britney Spears e Christina Aguilera si è aggiunta a quella dei Bananarama, Dead or Alive, Samantha Fox e Pet Shop Boys della decade precedente. Curiosamente, a metà degli anni 2000 c’è stato un ritorno pesante alla Disco iniziale e ancora una volta è stata Madonna a dare il via a questo voltafaccia, prendendo in prestito influenze di artisti come Abba, Bee Gees e Donna Summer.

Recentemente i nomi in voga sono quelli di Rihanna, Lady Gaga e Katy Perry. Nelle loro canzoni è comunque molto marcata la presenza elettronica e la sonora prominenza di un ritmo basato pesantemente sui bassi e sulla batteria sempre in primo piano. Una parte della sua grande popolarità è certamente dovuta al fatto che si tratta di linee melodiche molto facili da ricordare, ma va anche notato che ci sono state contaminazioni con artisti di altri generi, come nel caso del country con nomi come Taylor Swift. Le caratteristiche principali di questo genere sono dunque un ritmo pesante centrato su battiti da sala da ballo che invitano ad alzarsi per andare in pista, con canzoni dalle linee melodiche facili da ricordare costruite su una struttura pop che ha ricevuto una produzione cesellata che non consente distrazioni anche grazie a dei riff che richiamano la melodia principale del brano.
Tag: dance, pop, madonna, michael, jackson, ballare, elettronica
Puoi essere anche tu un Guest Writer di Staimusic. Semplicemente scrivi la tua visione su questo post o su un aspetto particolare della musica a info@staimusic.com