english spanish italian

Anni 70

Il periodo delle esagerazioni, delle tendenze ribelli e delle sperimentazioni. Questa playlist, che funziona come una radio che genera musica in continuazione, vi aiuterá a ricordare quegli anni di conflitto e di pace, di volontá e di casualitá. La musica ci aiuta a ripercorrere quegli anni e li racconta como solo lei puó fare con sinceritá funk e crudeltá punk. Un periodo anche a livello politico di esagerazioni e culturalmente effervescente che ritroviamo nella musica anni 70
Potrebbero essere di tuo interesse:

STAI ASCOLTANDO

Lascia la tua opinione

2022-05-29

Le influenze rock che nascono nella musica anni 70

La musica anni 70 può essere considerata a tutti gli effetti l’antesignana della musica moderna, tutto è partito da lì. Voi direte: sì ma gli anni 60 e gli anni 50 hanno contribuito all'evoluzione degli musica fino ai 70. Certo, è assolutamente corretto, ma qui paragoniamo la musica anni 70 a ciò che ascoltiamo ora. Ciò che viene proposto attualmente non è l'evoluzione degli anni 50 o degli anni 60, ma è l'ovvia e naturale evoluzione degli anni 70. I 70 sono stati il decennio che ha visto nascere i gruppi che hanno segnato la storia, ha visto la creazione di stili musicali che prima non c'erano.
Pensiamo solamente al modo di suonare la chitarra elettrica moderna, che è stato praticamente inventato negli anni 70. Tutto ciò che è il pop rock, l’hard rock, l’heavy metal e tutti i generi che utilizzano una chitarra elettrica, utilizzano senza saperlo tecniche che sono nate negli anni 70.
Questo periodo è stato la Golden Age della musica, un crogiolo fantastico dove sono nati degli artisti incredibili, che hanno composto le musiche che sono entrate nel mito. Elencarli tutti sarebbe impossibile, mi limiterò a citarne solo alcuni di quelli che hanno avuto un successo mondiale: Black Sabbath, Deep Purple, Led Zeppelin, David Bowie, Lou Reed, Pink Floyd, Queen, Aerosmith, Jethro Tull, Ramones, King Crimson, Creedence Clearwater Revival, Yes, Van Halen, Genesis, Heart Wind and Fire, Blue Oyster Cult, Supertramp, Blondie, The Stooges, Talking Heads, Simon and Garfunkel, Judas Priest, fermatemi!!!

Negli anni 70, per essere una star, dovevi ovviamente avere le carte in regola, una presenza scenica notevole, un minimo di capacità tecnica sul palco. Tuttavia, erano gli anni d'oro, in cui tutti potevano far fortuna con la musica e potevano soprattutto dire ciò che volevano attraverso i testi. È chiaro che gli anni 70 non sono stati solamente un crogiolo di musica rock, ma da lì si è evoluta anche la musica elettronica, che successivamente ha spopolato negli anni 80. Da lì in poi si sono iniziati a creare i gruppi che hanno portato le persone a ballare in discoteca. Un fattore che ha favorito enormemente lo sviluppo di nuove musiche è stato anche indubbiamente il boom delle novità tecnologiche. Abbiamo quindi la nascita dei nuovi sintetizzatori, nuovi tipi di effetti per la chitarra, di conseguenza le possibilità si sono moltiplicate esponenzialmente, dando spazio a tantissime nuove band. E anche lo spazio non è da sottovalutare Come già detto in un altro articolo, in quegli anni era molto più facile avere un contratto con una casa discografica, oserei dire meno male! Erano gli anni in cui la genialità veniva premiata con la fama.
Quello che voglio dire è che, a prescindere dai gusti personali, che ci piacciano i Creedence, i Black Sabbath o Lou Reed, dobbiamo essere eternamente grati che siano esistite queste band, perché senza di loro non esisterebbe la musica attuale.
A partire da chi ascolta Nu metal, fino a chi è fan dei Timoria, sappiate che senza gli anni 70 non esisterebbero.
Tag: musica anni 70, musica rock, Black Sabbath, Deep Purple, Led Zeppelin, David Bowie, Lou Reed, Pink Floyd
Puoi essere anche tu un Guest Writer di Staimusic. Semplicemente scrivi la tua visione su questo post o su un aspetto particolare della musica a info@staimusic.com